Stufato di zucchine e gorgonzola in cocotte

Il primo utilizzo di queste deliziose cocotte di ghisa.

Ingredienti (2 persone):

1 zucchina
100gr di gorgonzola
2 cucchiai di mascarpone
2 cucchiai di olio EVO
sale e pepe

Preparazione:

Dopo averla lavata, tagliare la zucchina a listarelle molto sottili sul lato lungo (io ho utilizzato il pela patate). Prendete poi 6 di queste listarelle e tagliatele ancora fino ad avere dei piccoli pezzettini.
Mescolate questi pezzettini di zucchina al mascarpone e tenete da parte.
Preparate il gorgonzola tagliando anche questo a pezzetti.

Ungete con l’olio le due cocotte e foderatele in questo modo:
(i) utilizzate le listarelle di zucchine per coprirne i bordi ed il fondo,
(ii) sistemate i pezzetti di gorgonzola in cerchio dopo le zucchine,
(iii) fate un secondo strato di zucchine in modo da lasciare in mezzo alla cocotte lo spazio dove mettere il mascarpone

Spolverate con sale e pepe a piacere e mettete il coperchio alle cocotte. Infornate le cocotte a 180° per una decina di minuti.

Cocotte zucchine gorgonzola 1

Prima della cottura…

Prima di servire lasciare raffreddare per almeno 5 minuti senza coperchio in modo che il contenuto si rapprenda leggermente.

Servire con del buon pane fragrante come antipasto, primo o piatto unico!

Cocotte zucchine gorgonzola 2

…e dopo la cottura!

;

Annunci

Panettoncini salati

Back to the 90s…

Ingredienti (2 persone):

4 Panettoncini Gastronomici Motta
Mezza melanzana
1 pomodoro da insalata
1 mozzarella
50gr salmone affumicato
50gr code di gamberi
100gr di philadelphia
pepe, sale e olio q.b.

Panettoncini melanzane, pomodoro e mozzarella
Tagliare i panettoncini in modo da lasciare 3 spazi vuoti nel mezzo. Tagliare la melanzana a fette sottili e grigliarle in padella. Una volta grigliate condirle a parte con sale, pepe e olio a piacere. Tagliare il pomodoro a fette e condirlo con un po’ d’olio. Tagliare a fette la mozzarella.
Comporre il panettoncino alternando: (i) base di pane, (ii) fetta di melanzana e fetta di mozzarella, (iii) fetta di pane, (iv) fetta di pomodoro e fetta di mozzarella, (v) fetta di pane, (vi) fetta di melanzana e fetta di pomodoro, (vii) ‘coperchio’ di pane

Panettoncini gamberi, salmone e philadelphia
Tagliare i panettoncini in modo da lasciare 2 spazi vuoti nel mezzo. Scottare le code di gambero. Preparare delle fettine di salmone affumicato. Comporre il panettoncino alternando: (i) base di pane, (ii) strato abbondante di philadelphia e code di gamberi, (iii) fetta di pane, (iv) strato abbondante di philadelphia e salmone affumicato, (v) ‘coperchio’ di pane. 

Dopo un’iniziale mia resistenza a questo piatto (proposto da un lungimirante e creativo marito!), ricordo tipico del cibo delle feste degli anni 90, devo dire che il risultato è stato ottimo!! Veloce da preparare e super gustoso.

Panettoncini farciti

Quick and healthy series: ah che buona la bruschetta!

Imbattibile antipasto d’estate!!!!

Ingredienti e preparazione:

Lavare bene mezzo kg di pomodorini pachino o datterini. Tagliarli in 4 spicchi e sistemarli in una terrina.

Aggiungere sale (4/5 pizzichi) e mescolare bene. Lasciare da parte per 10/15 minuti in modo che i pomodori rilascino l’eccesso d’acqua. Con mezzo kg di pomodori si riescono a fare circa 15 bruschettine.

‘Scolare’ dal liquido in eccesso e insaporire con pepe, origano e un paio di cucchiai di olio d’oliva (non troppo a questo punto!).

Tostare bene il pane, tagliato precedentemente in fette da 1.5cm. Se vi piace, strofinate uno spicchio d’aglio a crudo sul pane caldo.

Con un cucchiaio sistemare i pomodorini sopra il pane aggiungendo poi un altro filo d’olio e qualche goccia di aceto balsamico.
Strabuone.

Il gazpatcho (un po’ a caso)

Come fare il gazpatcho senza dosi precise ed ottenere un risultato ottimo.

Ingredienti (4 porzioni):

circa mezzo kg di pomodori maturi
1 peperone verde
1/2 peperone rosso
1 cetriolo grande
mezza cipolla rossa
pane raffermo (io ho utilizzato mezza baguette)
mezzo bicchiere di aceto bianco
acqua fredda
pepe, sale, olio d’oliva
(ricetta senza aglio, se vi piace aggiungetene uno spicchio)

Preparazione:

Lavare bene i pomodori e sbucciarli immergendoli per un minuto in acqua bollente (io li infilzo con la forchetta, intaglio una croce sulla buccia con il coltello, e li immergo ancora infilzati nell’acqua). Togliere i pomodori dall’acqua bollente, bagnarli con acqua fredda e sbucciarli (ci vorrà un istante!).

Tagliare i pomodori sbucciati in 4 spicchi e svuotarli completamente dei semi. Lavare i peperoni e tagliarli a pezzettini. Sbucciare il cetrioli e tagliarlo a cubetti. Fare lo stesso con la cipolla.

Spezzettare il pane e coprirlo di acqua fredda e del mezzo bicchiere di aceto (lasciate fermo almeno 10 minuti).

Sistemare i pomodori in un frullatore capiente. Frullare fino ad ottenere una crema. Aggiungere le altre verdure un poco a poco, frullando sempre bene. Aggiungere il sale ed il pepe (assaggiando fino ad ottenere il gusto desiderato). Aggiungere 3 cucchiai di olio d’oliva e frullare ancora un po’.

Strizzare bene il pane ed aggiungerlo al composto. Ultimo colpo di frullatore e siete pronti per servire!

Tartellette al caprino e cipolla caramellata

Ingredienti (per c.15 tartellette)

una dose di pasta brisè fatta in casa
2 cipolle rosse
1 cipolla bianca
40gr burro
2 cucchiai di olio
75gr formaggio di capra fresco
sale, pepe

Preparazione

Per prima cosa preparate la pasta brisè e mettetela in frigo a riposare per 30 minuti.

Nel frattempo fate caramellare le cipolle in questo modo:
– tagliate la cipolle in modo da ottenere delle strisce lunghe (non fate pezzettini piccoli),
– in una padella antiaderente molto larga fate sciogliere il burro con l’olio.
– aggiungete la cipolla e distribuitela per bene nella padella, mescolando quanto basta per ricoprirla in modo omogeneo con il burro/olio,
– abbassate la fiamma al minimo,
– NON MESCOLATE SPESSO, dovete lasciare che gli zuccheri della cipolla si caramellino per bene da soli – con una spatola rigirate delicatemente la cipolla ogni tanto
– dopo circa 30minuti la cipolla sarà diventata bruna (non bruciata!) – aggiungete un pizzico di sale – mescolate delicatamente e lasciate andare ancora per uan decina di minuti

Riprendete la pasta brisè da frigo e modellatela negli stampini prescelti (cercate di tenere la pasta il più sottile possibile). Bucherellate il fondo delle tartellette con i rebbi di una forchetta.

Distribuire poi un cucchiaio di cipolla caramellata e un cucchiaio di caprino in ogni stampino. Spolverate di pepe e infornate per circa 35 minuti in forno già caldo a 180°C.

Buonissime come antipasto, anche se io ne ho mangiate ben 4 come secondo piatto!

Le conserve: caprini stagionati sott’olio con rosmarino e peperoncino

L’autunno porta con se la voglia di letargo…e di fare scorta di cibi e conserve!

Ingredienti (1 vaso di conserva) 

2 caprini stagionati
300ml di olio EVO
2 rametti di rosamrino fresco
peperoncino essicato
1 vaso di vetro con chiusura ‘ermetica’, possibilmente nuovo

Preparazione

Far bollire in acqua per 5 minuti il vaso. Tutte le pareti del vaso devono essere coperte di acqua durante la bollitura, in modo da sterilizzarli al meglio. Asciugare bene il vaso con un canovaccio pulitissimo.

Tagliare i caprini a pezzetti di 3 centimetri di spessore. Sotto prezioso consiglio del ‘formaggiaro’, ho utilizzato i caprini stagionati, in quanto resistono meglio sott’olio, senza sfaldarsi eccessivamente.
Mettete uno strato di caprino sul fondo del vaso. Aggiungete il rosmarino precedentemente lavato e asciugato. Cercate di mettere qualche fogliolina qua e la tra i pezzi di caprino. Spolverate con del peperoncino.
Procedete con il secondo strato di formaggio, rosmarino e peperoncino.

Coprite il tutto con olio EVO. Mi raccomando, tutto il formaggio deve risultare interamente coperto – non deve esserci aria nel vaso per intenderci. 
Chiudete bene il vaso (il modo migliore di verificare che non ci sia aria nel vaso è aggiungere olio finchè, alla chiusura del vaso, non ne trabocchi un po’).
Conservare al fresco e al buio per 1 settimana prima di consumare. Si conservano bene per circa 1 mese (poi i caprini si inizeranno a sfaldare un po’ troppo).

Sono ottimi serviti da soli con del pane caldo, oppure accompagnati da una conserva di mele cotogne o fichi (la dolcezza della conserva bilancia bene il gusto molto saporito del formaggio).

Pseudo-pizza al pomodoro fresco e caprino

Ingredienti

1 rotolo di pasta brisè
3 pomodori (quelli belli tondi e rosso vivo)
200gr di caprino
200gr di ricotta
basilico fresco in foglie
basilico secco a pezzetti
sale, pepe, olio EVO

Preparazione

Scaldare il forno a 180°C. Stendere la pasta brisè su una teglia bassa e rotonda (tipo quella per la crostata) e bucherellarla qua e là con i rebbi di una forchetta

Mescolare in una terrina il caprino con la ricotta. Aggiungere un filo d’olio per ammorbidire la crema. Aggiungere sale e pepe a gusto.

Stendere la crema di formaggio sul fondo della pasta. Coprire con i pomodori tagliati a fette sottili. Ripiegare i bordi della pasta su se stessi

Spolverare con il basilico secco e aggiungere un filo d’olio su tutta la pseudo-pizza.

Infornare per almeno 35/40 minuti (sarà pronta quando la pasta brisè sarà bella dorata ai bordi).

Servire a fette con qualche foglia di basilico fresco.