Il Croccante

Un inizio di Natale (ed il post #100)

Ingredienti:

100 gr di mandorle con la buccia
100gr di nocciole
2 cucchiai di sesamo
350gr di zucchero semolato
3 cucchiai di acqua
1 cucchiaino di succo di limone

Preparazione:

Mettere le mandorle e le nocciole in una teglia da forno e far tostare per circa 5 minuti a 180°C.

In una pentola (non antiaderente) mettere lo zucchero con l’acqua ed il limone. Accendere il fuoco a fiamma medio-bassa.

Non mescolare lo zucchero da subito. Aspettare che ci sia un accenno di liquefazione ai bordi. A quel punto, con un cucchiaio di legno, mescolare di tanto in tanto per circa 20 minuti. Lo zucchero cristallizzerà in blocchetti all’inizio, ma poi inizierà a sciogliersi e caramellare.

Una volta sciolto lo zucchero, togliere dal fuoco e aggiungere la frutta secca tostata ed il sesamo.

Preparare una teglia/terrina rivestita di carta forno e versarci il composto ottenuto. Spalmare fino ad ottenere uno strato di c.1,5cm omogeneo.

Lasciare raffreddare e rapprendere. Ci vorrà poco. Poi potrete spezzare e gustare il blocco di croccante.

Croccante

Panettoncini salati

Back to the 90s…

Ingredienti (2 persone):

4 Panettoncini Gastronomici Motta
Mezza melanzana
1 pomodoro da insalata
1 mozzarella
50gr salmone affumicato
50gr code di gamberi
100gr di philadelphia
pepe, sale e olio q.b.

Panettoncini melanzane, pomodoro e mozzarella
Tagliare i panettoncini in modo da lasciare 3 spazi vuoti nel mezzo. Tagliare la melanzana a fette sottili e grigliarle in padella. Una volta grigliate condirle a parte con sale, pepe e olio a piacere. Tagliare il pomodoro a fette e condirlo con un po’ d’olio. Tagliare a fette la mozzarella.
Comporre il panettoncino alternando: (i) base di pane, (ii) fetta di melanzana e fetta di mozzarella, (iii) fetta di pane, (iv) fetta di pomodoro e fetta di mozzarella, (v) fetta di pane, (vi) fetta di melanzana e fetta di pomodoro, (vii) ‘coperchio’ di pane

Panettoncini gamberi, salmone e philadelphia
Tagliare i panettoncini in modo da lasciare 2 spazi vuoti nel mezzo. Scottare le code di gambero. Preparare delle fettine di salmone affumicato. Comporre il panettoncino alternando: (i) base di pane, (ii) strato abbondante di philadelphia e code di gamberi, (iii) fetta di pane, (iv) strato abbondante di philadelphia e salmone affumicato, (v) ‘coperchio’ di pane. 

Dopo un’iniziale mia resistenza a questo piatto (proposto da un lungimirante e creativo marito!), ricordo tipico del cibo delle feste degli anni 90, devo dire che il risultato è stato ottimo!! Veloce da preparare e super gustoso.

Panettoncini farciti

Quick and healthy series: la galette di mele e cannella

Come utilizzare un rotolo di pastà brisè e 2 mele avanzate.

Ingredienti:

1 rotolo di pasta brisè pronta da utilizzare
3 cucchiai di marmellata (sceglietene una che tenda all’aspro, io ho usato quella di mirtilli rossi)
2 mele (di qualunque tipo)
5 cucchiai di zucchero bianco semolato
1 cucchiaino raso di cannella

Preparazione:

Stendere la pasta brisè in uno stampo da crostata rotondo e bucherellarla con una forchetta. Spalmare la marmellata sul fondo in modo uniforme. Una marmellata aspra aiuterà a creare un contrasto con il dolce delle mele caramellate.

Mescolare lo zucchero alla cannella. Tagliare le mele a fettine sottili.

Disporre le mele in cerchi concentrici partendo da quello esterno, sovrapponendole per circa la metà. Una volta finita la disposizione delle mele, spolverare con lo zucchero/cannella in modo da coprire bene tutta la frutta.

Ripiegare i bordi della pasta ed infornare a forno caldo a 180°C per circa 25 minuti. Fate poi passare al grill la torta per un paio di minuti in modo che lo zucchero caramelli per bene.

 

 

Pollo alle mandorle all’italiana

..a metà tra la ricetta cinese e un versione ‘in saor’…

Ingredienti (per 2 persone):
350gr di petto di pollo
2 cipolle rosse medio piccole
1 pezzetto di zenzero fresco
4/5 cucchiai di salsa di soya (io uso la Kikkoman Less Salt)
50gr di mandorle intere pelate
3 cucchiai di olio EVO
1 cucchiaio di olio di semi
1 bicchiere di acqua bollente
sale q.b.

Preparazione:

Tagliare il pollo a cubetti piccoli.

In una padella antiaderente (preferibilmente uno wok), far appassire a fiamma bassa nell’olio la cipolla precedentemente sminuzzata. Aggiungere poi lo zenzero grattugiato e cuocere ancora per un paio di minuti.

Aggiungere poi il pollo a cubetti, salare e far cuocere a fiamma media fino a che il pollo non è più rosa. A questo punto unire 4 cucchiai di salsa di soya abbondanti e l’acqua bollente.  Mescolare bene al pollo, abbassare la fiamma e lasciare cuocere fino a che la parte liquida non si sia ridotta quasi del tutto.

Nel frattempo, in un pentolino antiaderente, aggiungere 1 cucchiaio di olio di semi, aggiungere le mandorle intere e farle tostare per 5/6 minuti o fino a che non sono dorate (tenete la fiamma abbastanza alta e muovete le mandorle di frequente).

Una volta pronto il pollo, aggiungere le mandorle tostate, mescolare e servire.

Biscotti al tè matcha e farina di kamut

E finalmente ho l’occasione di provare il tè matcha! Sapore delicato e fresco, senza contare il riposante colore verde chiaro. Ottimo.

Ingredienti (c.30 biscotti con diametro di 6cm):

220gr farina di kamut
125gr di zucchero a velo
2 tuorli+1 uovo intero
160gr di burro
3 cucchiaini di tè matcha
mezzo pizzico di sale
zucchero bianco per la classica decorazione

Preparazione:

Lasciare ammorbidire il burro a temperatura ambiente e tagliarlo a pezzetti. Nella ciotola della planetaria mettere lo zucchero a velo, il sale e il tè matcha. Aggiungere il burro. Utilizzare il gancio a K a velocità media per ottenere una crema omogenea (sarà di un bellissimo verde!).

Aggiungere poi in 3 volte la farina di kamut e continuare a mescolare. Aggiungere i due tuorli abbassando un po’ la velocità. Infine aggiungere l’uovo intero. Mescolare con la planetaria ancora un po’, poi rimuovere la palla e finalizzare l’impasto in una terrina. Aggiungere un po’ di farina se necessario. La pasta dovrà risultare morbida ed elastica, simile alla pasta frolla.

Mettere idealmente in frigo per 10 minuti a riposare. Se non avete la planetaria impastate pure la pasta a mano, ma lasciatela riposare in frigo più a lungo (30 minuti).

Stendere poi con un mattarello ad uno spessore di un po’ meno di 1cm. Ritagliare i biscotti con l’apposito tagliapasta rotondo. Intingere i bordi dei biscotti nello zucchero bianco.

Sistemare i biscotti in una teglia foderata di carta forno ed infornare a forno caldo a 180°C per 10 minuti (i biscotti sono pronti quando i bordi iniziano a dorarsi).

Nota: se non volete usare la farina di kamut, utilizzate pure la farina 00. Partite però con una dose inferiore (c.200gr soltanto) ed in caso aggiungetene in seguito. 

La parmigiana monoporzione

Perchè non rendere la vita più facile a commensale e chef e preparare la parmigiana già in monoporzioni?

Ingredienti (2 porzioni):

1 melanzana grande
2 mozzarelle
foglie di basilico fresco
parmigiano reggiano
salsa di pomodoro fatta in casa

Preparazione:

Per prima cosa tagliate le melanzane a fette di circa mezzo centimetro. Sistematele in uno scolapasta a strati, ricoprendo ogni strato con del sale grosso. Posizionateci sopra un peso (io ho usato il vaso del sale), e lasciatele a riposo per almeno 40 minuti. Le melanzane rilasceranno parte dei loro liquidi amari.

Nel frattempo preparate il sugo di pomodoro, se volete potete usare la mia ricetta salvata qui.

Passato il tempo necessario, sciacquate bene le melanzane, asciugatele e friggetele velocemente in una padella antiaderente (3 minuti per lato in poco olio). Tagliate poi le mozzarelle a fettine, lavate le foglie di basilico e grattugiate il parmigiano.

Accendete il forno a 180°C.

In una pirofila da forno, con l’aiuto di un cucchiaio, create due cerchi di salsa di pomodoro che serviranno come base della parmigiana (io ho usato lo stampo da plumcake perchè la forma alta e stretta aiuta nel creare la monoporzione). Procedete poi nell’alternare una fetta di melanzana, una fetta di mozzarella, qualche foglia di basilico ed una spolverata di parmigiano reggiano. Ricominciate con un altro strato di melanzana e così via. Abbiate cura di terminare con una foglia di basilico coperta da uno strato di parmigiano.

Infornate per 15 minuti o fino a che la mozzarella si sarà sciolta. Passate poi al grill per 1 minuto per far rosolare bene il parmigiano.

Special thanks to: (i) Ilaria per l’idea sul ‘formato’ della ricetta, (ii) Filippo per i tessuti nel background.

Dedans Bar – colazione a Milano

La semantica, leggo su wikipedia, è quella parte della linguistica che studia il significato delle parole. La pragmatica invece osserva come e per quali scopi la lingua viene utilizzata.
Dedans in francese significa “dentro” o “all’interno”. Dati i 5 secondi che ci sono voluti per attirarci proprio all’interno di questo delizioso locale a Milano (Dedans bar appunto), direi che alla scelta del nome diamo 10 sia in semantica che in pragmatica.

Ciò che ci attrae ad entrare subito sono i colori neutri del grigio e del bianco delle pareti e dell’arredamento. Nessuno ha voglia di colori sgargianti il sabato mattina. Toni chiari e riposanti fanno molto più al caso nostro.
Con gli occhi già agganciati alle alzatine con torte e croissant, passiamo oltre il primo ambiente e ci dirigiamo nel giardino sul retro. Una piccola Neverland. Terrazza di legno verandata, circondata da piante di gelsomino ed arredata con tavolini di ferro bianco. Rose fresche sui tavoli.

Ordiniamo due caffè e dei pancakes con sciroppo d’acero. Arrivano due piatti ordinati, con una torretta di 3 pancakes irrorati dallo sciroppo scuro e denso. Dopo una mezza amara considerazione sul fatto che, senza dubbio, io mangi quantità di cibo ben al di sopra della media umana (3 pancakes mi sono sembrati pochi…), puliamo il piatto e sorseggiamo il caffè (Illy, buono).

Ah la pace! Decido fermamente che ogni sabato farò colazione qui. Rimaniamo ancora un po’ a rilassarci nel giardino fiorito, quanto basta per sentire che esiste un menù pranzo ed un menù panini. Ottima scusa per tornare.

Prezzi: 2 caffè e 2 porzioni di pancakes €7.

Dedans Bar
piazza Wagner 3
Milano
+39 02 481 2556
https://www.facebook.com/pages/Dedans-bar/255507944481002