Gamberoni alla busara

Non consigliato a chi odia mettere le mani nel piatto! 

Ingredienti (per 2 porzioni abbondanti):

500gr di gamberoni freschi interi (con testa e tutto!)
3 scalogni piccolini
1 biccherino di Cognac
300gr di pomodori da sugo
1 spicchio di aglio
peperoncino
sale e pepe
olio EVO
pane per fare dei crostoni

Preparazione:

Iniziate con il pulire i gamberoni. Lavateli bene sotto l’acqua fredda corrente (attenzione a non bucarvi!). Con una forbice tagliate le zampette e accorciate le antenne dei gamberi. Con un coltellino affilato incidete poi il dorso di ogni gamberone e rimuovete delicatamente il budello scuro (fate attenzione a rimuoverlo tutto altrimenti darà un gusto amarognolo al pesce).

Mi raccomando NON togliete nè la testa (che darà sapore al piatto) nè la coda (che manterrà in forma i gamberoni).

In una padella antiaderente mettete a scaldare tre cucchiai di olio EVO. Quando caldo aggiungete lo scalogno (precedentemente affettato) e lo spicchio d’aglio (intero).
Fate imbiondire lo scalogno per circa 5 minuti a fiamma medio bassa. Aggiungere poi i gamberoni. Cuocere per 3 minuti a fiamma viva, continuando a muovere il pesce con un cucchiaio in modo che si cuocia bene.
A questo punto aggiungete il Cognac e fatelo evaporare (un paio di minuti al massimo).

Rimuovere i gamberoni con una pinza e tenerli in un contenitore separato (possibilmente al caldo).

Nel fondo di cottura dei gamberi mettere i pomodori (puliti, sbucciati e tagliati a pezzetti) e preparare il sugo di pomodoro. Potete seguire il procedimento indicato nella mia ricetta, salvata qui. Speziare a piacere con peperoncino e sale.

Quando il pomodoro sarà cotto ma ancora abbastanza liquido, riaggiungere i gamberoni e mescolare bene per far amalgamare i sapori.

Far cuocere ancora 5 minuti e poi servire su crostoni di pane ben caldo.

I gamberoni richiederanno l’uso delle mani per essere mangiati! Quindi dotate i vostri ospiti di tanti tovaglioli!

gamberoni alla busara

 

Stufato di zucchine e gorgonzola in cocotte

Il primo utilizzo di queste deliziose cocotte di ghisa.

Ingredienti (2 persone):

1 zucchina
100gr di gorgonzola
2 cucchiai di mascarpone
2 cucchiai di olio EVO
sale e pepe

Preparazione:

Dopo averla lavata, tagliare la zucchina a listarelle molto sottili sul lato lungo (io ho utilizzato il pela patate). Prendete poi 6 di queste listarelle e tagliatele ancora fino ad avere dei piccoli pezzettini.
Mescolate questi pezzettini di zucchina al mascarpone e tenete da parte.
Preparate il gorgonzola tagliando anche questo a pezzetti.

Ungete con l’olio le due cocotte e foderatele in questo modo:
(i) utilizzate le listarelle di zucchine per coprirne i bordi ed il fondo,
(ii) sistemate i pezzetti di gorgonzola in cerchio dopo le zucchine,
(iii) fate un secondo strato di zucchine in modo da lasciare in mezzo alla cocotte lo spazio dove mettere il mascarpone

Spolverate con sale e pepe a piacere e mettete il coperchio alle cocotte. Infornate le cocotte a 180° per una decina di minuti.

Cocotte zucchine gorgonzola 1

Prima della cottura…

Prima di servire lasciare raffreddare per almeno 5 minuti senza coperchio in modo che il contenuto si rapprenda leggermente.

Servire con del buon pane fragrante come antipasto, primo o piatto unico!

Cocotte zucchine gorgonzola 2

…e dopo la cottura!

;

La parmigiana monoporzione

Perchè non rendere la vita più facile a commensale e chef e preparare la parmigiana già in monoporzioni?

Ingredienti (2 porzioni):

1 melanzana grande
2 mozzarelle
foglie di basilico fresco
parmigiano reggiano
salsa di pomodoro fatta in casa

Preparazione:

Per prima cosa tagliate le melanzane a fette di circa mezzo centimetro. Sistematele in uno scolapasta a strati, ricoprendo ogni strato con del sale grosso. Posizionateci sopra un peso (io ho usato il vaso del sale), e lasciatele a riposo per almeno 40 minuti. Le melanzane rilasceranno parte dei loro liquidi amari.

Nel frattempo preparate il sugo di pomodoro, se volete potete usare la mia ricetta salvata qui.

Passato il tempo necessario, sciacquate bene le melanzane, asciugatele e friggetele velocemente in una padella antiaderente (3 minuti per lato in poco olio). Tagliate poi le mozzarelle a fettine, lavate le foglie di basilico e grattugiate il parmigiano.

Accendete il forno a 180°C.

In una pirofila da forno, con l’aiuto di un cucchiaio, create due cerchi di salsa di pomodoro che serviranno come base della parmigiana (io ho usato lo stampo da plumcake perchè la forma alta e stretta aiuta nel creare la monoporzione). Procedete poi nell’alternare una fetta di melanzana, una fetta di mozzarella, qualche foglia di basilico ed una spolverata di parmigiano reggiano. Ricominciate con un altro strato di melanzana e così via. Abbiate cura di terminare con una foglia di basilico coperta da uno strato di parmigiano.

Infornate per 15 minuti o fino a che la mozzarella si sarà sciolta. Passate poi al grill per 1 minuto per far rosolare bene il parmigiano.

Special thanks to: (i) Ilaria per l’idea sul ‘formato’ della ricetta, (ii) Filippo per i tessuti nel background.

Il gazpatcho (un po’ a caso)

Come fare il gazpatcho senza dosi precise ed ottenere un risultato ottimo.

Ingredienti (4 porzioni):

circa mezzo kg di pomodori maturi
1 peperone verde
1/2 peperone rosso
1 cetriolo grande
mezza cipolla rossa
pane raffermo (io ho utilizzato mezza baguette)
mezzo bicchiere di aceto bianco
acqua fredda
pepe, sale, olio d’oliva
(ricetta senza aglio, se vi piace aggiungetene uno spicchio)

Preparazione:

Lavare bene i pomodori e sbucciarli immergendoli per un minuto in acqua bollente (io li infilzo con la forchetta, intaglio una croce sulla buccia con il coltello, e li immergo ancora infilzati nell’acqua). Togliere i pomodori dall’acqua bollente, bagnarli con acqua fredda e sbucciarli (ci vorrà un istante!).

Tagliare i pomodori sbucciati in 4 spicchi e svuotarli completamente dei semi. Lavare i peperoni e tagliarli a pezzettini. Sbucciare il cetrioli e tagliarlo a cubetti. Fare lo stesso con la cipolla.

Spezzettare il pane e coprirlo di acqua fredda e del mezzo bicchiere di aceto (lasciate fermo almeno 10 minuti).

Sistemare i pomodori in un frullatore capiente. Frullare fino ad ottenere una crema. Aggiungere le altre verdure un poco a poco, frullando sempre bene. Aggiungere il sale ed il pepe (assaggiando fino ad ottenere il gusto desiderato). Aggiungere 3 cucchiai di olio d’oliva e frullare ancora un po’.

Strizzare bene il pane ed aggiungerlo al composto. Ultimo colpo di frullatore e siete pronti per servire!

Riso venere con gamberoni e calamari

Scoperto il sapore e la versatilità del riso venere…e adesso chi lo abbandona più?!?

Ingredienti (2 porzioni):

150gr di riso venere
100gr di calamari
100gr di gamberoni
lische di pesce per brodo
1 spicchio d’aglio, 2 coste di sedano, 1 cipolla bianca, 2 carote per brodo
50 gr di burro
1/2 bicchiere di vino bianco
5 cucchiai di panna
sale e pepe

Preparazione:

Per prima cosa lavate bene le lische di pesce (possibilmente ottenute in omaggio in pescheria!). Sistematele poi con un paio di coste di sedano, una cipolla bianca, una carota, 1 spicchio d’aglio ed un mazzetto di prezzemolo in acqua fredda. Fate andare il brodo per almeno 45 minuti (togliete con una schiumarola i residui dalla superficie di tanto in tanto).

Una volta pronto, metteteci a bollire il riso venere. Ci vorranno altri 40/50 minuti almeno affinchè il riso sia cotto al dente. Tenere da parte 1 mestolo di brodo per finire la cottura in seguito.

Nel frattempo pulite i calamari e i gamberoni. Tenetene un po’ da parte per decorazione. Tagliate il resto del pesce a pezzetti. Sciogliete il burro in una padella antiaderente. Fateci rosolare velocemente uno spicchio d’aglio (a me piace togliere l’aglio prima di aggiungere il pesce, ma se vi piace un sapore più forte lasciatelo fino a fine cottura). Saltare i pezzetti di pesce per massimo due minuti in modo da evitare che diventino gommosi.

Aggiungere a questo punto il riso venere. Alzare la fiamma ed aggiungere il vino bianco. Lasciare evaporare l’alcool del vino mescolando bene il riso con il pesce. Aggiungere la panna da cucina e mescolare bene.
Aggiungere il mestolo di brodo e fare terminare la cottura al riso. Aggiungere sale e pepe per insaporire. Considerate che il pesce è naturalmente salato, quindi aggiungete il sale a poco a poco assaggiando.

Fate saltare velocemente in padella con del burro i calamari ed i gamberoni interi. Servite il riso, decorandolo con il pesce.

Zuppa di Lenticchie

 …di come si speri sempre che le lenticchie portino fortuna (anche se non è Capodanno)

Ingredienti (per 3/4 porzioni)

1 cipolla bianca
2 carote
1 lt di brodo delicato
200gr di lenticchie (io ho usato quelle verdi di media dimensione)
3 cucchiai di olio
peperoncino
sale e pepe
coriandolo e salvia

Preparazione

Mettere a bagno in acqua fredda le lenticchie la sera prima (o almeno un paio d’ore prima della cottura).

Tagliare cipolla e carote a cubetti piccoli e far soffriggere con l’olio ed un paio di cucchiai di acqua per una decina di minuti. Frullare il tutto con un frullatore ad immersione ed aggiungere le lenticchie.

Aggiungere le spezie a proprio gusto. Aggiungere il brodo a poco a poco e continuare a mescolare (come per fare un risotto ma lasciando la consistenza più liquida).

La zuppa sarà pronta in circa 30 minuti (assaggiate di tanto in tanto, se le lenticchie sono morbide spegnete il fuoco e servite).

 

Tortelli al pesce bianco con salsa di pomodorini e pinoli

Ingredienti (per 30 tortelli)

pasta all’uovo fatta in casa
2 filetti di branzino
4 filetti di platessa
150gr di gamberoni
1 patata media a pasta gialla
un cestino di pomodorini ciliegini
3 cucchiai di pinoli
3 cucchiai di capperi
sale, pepe, olio EVO, prezzemolo fresco, 1 spicchio d’aglio

Preparazione

Dopo aver preparato la pasta, lasciarla riposare per 30 minuti in frigorifero. Nel frattempo preparate il ripieno dei ravioli.

Scaldate in una padella antiaderente 2 cucchiaio di olio EVO e fateci saltare lo spicchio d’aglio intero. Scottate tutto il pesce per qualche minuto a fuoco vivo, aggiungendo un pizzico di sale e pepe per insaporire. Nel frattempo fate bollire la patata.

R imuovere l’aglio e frullate con il minipimer il pesce cotto, la patata bollita, aggiungendo infine il prezzemolo tritato. Se necessario, aggiungete un filo d’olio per dare compattezza al vostro ripieno.

Stendete la pasta e ritagliate con un taglia pasta dei quadrati di 5cm per lato.

Aggiungete su metà dei quadrati un cucchiaino di ripieno. Ricoprite con l’altra metà dei quadrati di pasta. Se necessario bagnatevi la punta delle dita per chiudere meglio i tortelli. Tenete i ravioli coperti da un canovaccio leggermente umido fino al momento della cottura.

Preparate il condimento: saltate i pomodorini in poco olio, aggiungendo i capperi ed i pinoli. Aggiungete sale e pepe a piacimento.

Fate cuocere i tortelli in acqua salata fino a che non verranno a galla (3/4 minuti). Spadellate delicatamente i tortelli nel sughetto preparato e servite.

 

Pasta “alle e nelle” melanzane

Esageriamo…perchè probabilmente saranno le ultime melanzane di stagione!

Ingredienti (2/3 porzioni) 

120gr di pasta di formato piccolo (gli gnocchetti sardi sono perfetti!)
3 melanzane oblunghe di dimensione media
10/15 pomodorini
ricotta vaccina
olio EVO, sale, pepe, peperoncino

Preparazione

Tagliare 2 melanzane nella lunghezza. Incidere con un coltello affilato una trama a “grata” su ognuna delle 4 metà melanzane. Metterle in forno caldo a 200° per 35/40 minuti.

Nel frattempo, tagliare la terza melanzana a dadini piccoli e fare lo stesso con i pomodorini. Far saltare i cubetti in poco olio in una padella antiaderente. Aggiungere sale e lasciare cuocere per 15 minuti mescolando. Non lasciate che le melanzane “muoiano” del tutto, fermate la cottura quando sono ancora un po’ salde.

Rimuovere le melanzane dal forno. Scavarne la polpa con l’aiuto di un cucchiaio (state attenti a non bucare la buccia esterna della melanzana). Tagliate la polpa rimasta in pezzetti ed aggiungetela ai cubetti di melanzana/pomodorini.

Fate cuocere la pasta in acqua salata. Scolatela 2 minuti in anticipo.

Spadellate la pasta nelle melanzane/pomodorini. A questo punto avete la pasta ALLE melanzane.

Riempire poi i gusci di melanzana con la pasta spadellata. Aggiungere dei fiocchetti di ricotta e una spolverata di pepe.

Infornare per altri 4/5 minuti. Togliere dal forno, aggiungere un filo d’olio e servire la vostra pasta ALLE e NELLE melanzane.

Ravioli di ricotta e salsiccia piccante

Ingredienti (c.60 tortelli) 

pasta all’uovo fatta in casa
150gr di ricotta
100gr di parmigiano grattugiato
150gr di salsiccia piccante
olio EVO q.b.
sale, coriandolo, semi di finocchio

Preparazione

Dopo aver preparato la pasta, lasciarla riposare per 30 minuti in frigorifero. Nel frattempo preparate il ripieno dei ravioli.

Eliminare il budello della salsiccia e far saltare la carne in un cucchiaio d’olio a fuoco basso. Aggiungere a proprio gusto un pizzico di sale, del coriandolo e dei semi di finocchio. Lasciare raffreddare.

Nel frullatore frullare poi la ricotta, il parmigiano e la salsiccia con un cucchiaio di olio.

Stendere poi la pasta, con il mattarello per i più coraggiosi, io ho optato per lo stendi pasta della Kitchen Aid (spessore 4/5). La pasta dovrà risultare molto sottile, circa 3/4 millimetri.

Con l’aiuto di un taglia biscotti rotondo (diametro 7cm) ritagliare la base dei ravioli. Potete sistemare la pasta ritagliata su un canovaccio oppure su un tappetino di silicone.
Aggiungere un cucchiaino di ripieno al centro di ciascun cerchio di pasta. Richiudere la pasta su se stessa in modo da ottenere delle mezzelune.
Se la pasta dovesse nel frattempo un po’ asciugarsi, aiutatevi con un po’ d’acqua (bangatevi la punta delle dita) per chiudere bene i ravioli.

Tenete i ravioli coperti da un canovaccio leggermente umido fino al momento della cottura.

I ravioli si cuociono in acqua salata. Sono pronti quando emergono (c.5 minuti)

Dato il ripieno molto saporito, ho servito i ravioli solo con un filo di burro fuso.

Quick and Healthy series: Pasta di farro al tonno e profumo di rafano

10 minutes lunch…sano ma saporito!

Ingredienti (per 2 porzioni)

160gr di pasta di farro
100gr di tonno al naturale
1 cucchiaio di pasta di rafano
1 cucchiaio di senape di Digione
1/2 cipolla bianca
coriandolo, peperoncino e pepe

Preparazione

Mettere a bollire l’acqua per la pasta (usate poco sale grosso). Cuocere la pasta di farro come indicato (circa 8 minuti).

In una padella antiaderente far cuocere la cipolla sminuzzata in poca acqua (non usate olio per tenere il piatto leggero). Aggiungere poi il tonno, il rafano e la senape. Cuocere per 3/4 minuti fino ad ottenere quasi una crema.
Condire con il coriandolo tritato, del peperoncino e del pepe.

Grazie al sapore del rafano e della senape, non c’è necessità di aggiungere sale.

Spadellare la pasta e servire.